Posts Tagged ‘incompetenza’

h1

Perseguitata dall’incompetenza

marzo 16, 2010

Sì, è proprio così, è una persecuzione… a volte mi stupisco e mi chiedo: ma succedono tutte solo a me o succedono anche a voi altri?! No, perchè potrei stendere una lista di sfighe che mi sono capitate nell’ultimo periodo. Oggi, purtroppo l’ennesimo esempio di incompetenza. Sono circa due settimane che ho portato i miei certificati di laurea (triennale e specialistica) a tradurre in lingua inglese da un traduttore autorizzato, e finalmente oggi sono andata a ritirarli. Li avrei potuti tradurre io stessa, però poi mi sono detta che è meglio evitare… andare da gente competente mi è sembrata la soluzione giusta, non si sa mai che io possa combinare qualche disastro. E così è stato. Oggi, ritiro i certificati, pago, ovviamente una barca di soldi per solo 4 pagine, ma vabbè…pazienza, alla fine con i costi dei timbri, giuramenti vari, ci può anche stare. Insomma, una volta ritirati i certificati, mi dirigo verso la metro, ma fatta un pò di strada, decido di controllarli, meglio essere prudente e non fidarsi al giorno d’oggi. E infatti, prendo il certificato della triennale tradotto e mi cade l’occhio sul voto. Ebbene sì, tra tutte le cose che potevano sbagliare, hanno sbagliato proprio la cosa più importante: il voto di laurea. Per carità, il traduttore me l’aveva alzato pure, potrei anche essere lusingata, però, però siamo seri, se non mi fossi accorta dell’errore, avrei rischiato di fare applicazioni truccate in qualche università straniera, con poi buona probabilità di venir esclusa dal programma per colpa del traduttore. Torno indietro, rilascio il certificato, l’impiegata si giustifica dicendo: “Non è mai successo” (certo, dicono tutti così, poi arrivo io e si sa..la sfiga, vabbé), me ne vado, incavolata nera riprendendomi il certificato della specialistica che sembrava tutto perfetto. Però anche in questo caso, il mio subconscio mi suggeriva di guardare meglio e individuare se ci fosse qualche altro possibile errore. Mi è bastato scendere di qualche riga e anche in questo caso noto un evidente  errore nel numero di matricola. Alla fine ho riportato anche il secondo certificato consapevole che ora mi tocca aspettare una settimana per ritirali nuovamente.

Durante il mio progetto di tesi, sono stata abituata a lavorare sotto stress e soprattutto con piccolissime quantità di sostanze (microlitri) che facevano la differenza. Insomma, in quel caso, un piccolo errore mi poteva far saltare un intero esperimento, e per questa ragione, ho sempre lavorato con la massima precisione. E adesso mi chiedo, com’è possibile per un traduttore sbagliare proprio la cosa impossibile da sbagliare: il voto! In fondo non si tratta nemmeno di tradurre, si tratta solo di copiare delle cifre. E poi non so, una volta finito il lavoro, non si dovrebbe controllare attentamente che tutto sia a posto, in fondo stiamo parlando di un documento ufficiale, un documento sul quale il traduttore giura di aver tradotto il giusto. Insomma, per qualsiasi cosa andata storta, potrebbe anche essere denunciato. Sono sempre più stupita e decisamente senza parole (di nuovo).