Archive for the ‘Riflessione’ Category

h1

Final destination or what?

giugno 11, 2009

destino3Ma il destino esiste o non esiste? Siamo tutti a conoscenza del disastro aereo di Air France. Oggi mi capita di leggere la notizia riguardante una signora che avrebbe dovuto prendere quell’aereo ma il “caso” ha voluto che fosse riuscita a prendere un volo precedente; insomma era scampata all’enorme disastro…pensate il sollievo di questa donna! E invece il destino decide per lei, appena tornata a casa muore in un incidente stradale…

Ma allora è già tutto scritto?! Anche se noi decidessimo di cambiare, di fare scelte diverse è tutto inutile?! Nel senso che magari è già previsto anche il fatto di fare una scelta… oppure esiste veramente il libero arbitrio e il destino è la semplice produzione delle nostre scelte? Non lo so, c’era un tempo in cui pensavo che “il caso” non esistesse, e mi davo la spiegazione del “così doveva essere” per le cose che accadevano.  Adesso, sinceramente non so più che pensare…forse anche  se prendessimo diverse vie o scorciatoie, il risulato non cambierebbe, la destinazione in fondo è sempre la stessa…sempre lì dobbiamo arrivare, o no?!

Ps: a questo punto mi chiedo, ma io, arriverò mai a laurearmi?! forse sì, prendendo la scorciatoia di luglio o magari una strada più lunga che mi porterà ad ottobre…Ma il risultato sarà lo stesso?!

Pps: devo parlare con gli autori di Lost, magari loro sapranno come chiarirmi le idee 😀

Annunci
h1

Disturbi dell’umore

febbraio 12, 2009

A chi di noi non capita di avere dei piccoli disturbi dell’umore?! Rabbia, tristezza, inadeguatezza, senso di inutilità… Può succedere a tutti in forti momenti di stress o dispiaceri personali. Ma se questi sentimenti diventassero ripetitivi, quotidiani allora si inciampa nella patologia. La depressione può avere molte sfacettature e spesso viene lasciata incurata per paura che sia qualcosa di anormale, qualcosa per cui una persona viene spesso considerata pazza o trattata con distacco o compassione. La depressione è una malattia così come lo è l’arteriosclerosi o tante altre; è la causa quella che cambia: infatti nei pazienti si ritrova un’attivazione selettiva (un ipermetabolismo) di certe aree del cervello e ovviamente una disfunzione neurotrasmettitoriale che conivolge principalmente la serotonina. despair

Stavo leggendo ultimamente del disturbo ossessivo-compulsivo: cioè il fatto di controllare le cose cento e più volte, essere in fissazione con dei numeri, dover per forza compiere dei rituali se si incontra l’evento sfavorevole per evitare il compiersi di una catastrofe… Addirittura una signora andava al lavoro con il ferro da stiro in borsa per paura di non averlo staccato dalla presa. Beh, mi sto preoccupando, io pure ho delle ossessioni: prima di andare via dal laboratorio controllo sempre di aver messo tutto a posto e ho sempre l’impressione di aver lasciato qualcosa fuori posto…Che stia diventando io stessa un pò manica ossessiva-compulsiva?!?! Pauraaaaa!

h1

Il tempo

gennaio 7, 2009

clessidra2Oggi mi sono resa conto del tempo che passa e allo stesso modo è fermo, immobile. Sono tornata a fare quello che facevo un mese fa, tutto il giorno in laboratorio e poi verso sera di ritorno a casa, gli stessi percorsi, la stessa gente, la pioggia, la sera. Mi piace camminare la sera, mi piace perdermi per le strade, a volte mi piace anche farmi bagnare dalla pioggia, come stasera, in un certo senso la pioggia mi ricorda che sono viva e libera…libera…insomma, manco tanto! Però se lo volessi potrei abbandonare tutto (tutto, tranne una persona)…insomma si tratta di scegliere e io ho scelto di lottare, di farmi strada nella mia vita, di crearmi un futuro. Alla fine mi lamento tanto, ma poi magari inizio a lavorare e mi farà schifo il lavoro, insomma uno non si accontenta mai..uff..uffi uff!

h1

Riflessione sull’ignoto

dicembre 9, 2008

pandaDa qualche giorno, in laboratorio è arrivata una nuova tesista. La mia speranza è che diventi al più presto autonoma, così che lei possa prendere il mio posto e io mi possa dedicare ad altre cose, come ad esempio la stesura della tesi…comunque, è ancora presto, ne dovrà passare di acqua sotto ai ponti. Vedo lei e penso a me i primi tempi, un pò mi riconosco nella sua timidezza, ma allo stesso tempo vedo che ha un entusiasmo che io non ho (avuto)… e a volte penso che magari sono io che non sono adatta per questo lavoro, magari non ho la dedizione giusta, non lo valorifico al meglio, d’altronde la verità è che voglio avere anche altro dalla vita, soprattutto voglio poter avere una vita, voglio poter vivere e amare, voglio poter avere una famiglia e dedicare del tempo ai miei eventuali, futuri figli.