Archive for gennaio 2009

h1

La maleducazione non ha confini

gennaio 30, 2009

peroani2Mi rendo conto ogni giorno che passa che la gente è sempre più maleducata, non c’è niente da fare…sarà colpa della grande città in cui viviamo, sarà colpa del troppo traffico, del troppo caos..non lo so, ma ormai è un dato di fatto. Stamattina, la metro era pienissima, tant’è che a causa della gente che spingeva una signora è inciampata nello spazio tra treno e banchina con il rischio di rompersi una gamba…Poi verso l’ora del ritorno scendo dalla metro ovviamente tra spintoni e con una signora che mi stava venendo addosso..io non capisco, mi vedi che scendo e allora aspetta che sono scesa, che ti costa? no, sta tizia doveva salire per forza e subito, poco importava che ti dovesse urtare violentemente…Poi, per mia sfortuna prendo pure un autobus e per poco un autista distratto non mi chiudeva tra le porte. E tutti i giorni è così..non ho mai incontrato un paese tanto disordinato a livello di trasporti, addirittura quando sono stata alle Seychelles, alla fermata dell’autobus c’era la gente che si metteva in fila indiana e aspettava pazientemente che arrivasse il proprio turno per salire… Mah, non so più che dire, so solo che sono stufa!

Annunci
h1

Topini irraggiungibili

gennaio 29, 2009

topiniNonostante “Lost vs Dexter” stia raccogliendo un sacco di commenti, mi sento in dovere di scrivere qualcosa di nuovo, beh potrei raccontarvi del mio corso sulla sperimentazione animale. Un corso molto utile, in quanto ci ha raccontato le varie procedure da applicare nella sperimentazione, sempre nel rispetto dell’animale, cercando di farlo soffrire il meno possibile e ovviamente utilizzare gli animali solo quando necessari e possibilmente in numero limitato. Alla parte orale di questo corso è seguita una parte pratica, nella quale ci sono stati mostrati varie forme di presa dell’animale (topo o ratto), come si fanno le iniezioni e ovviamente ci è stata data la possibilità di farlo a nostra volta. Premetto che mi è sempre sembrato interessante lavorare ad esempio nell’ambito della psicofarmacologia, solo che ora ho capito decisamente che non fa per me…per prendere un topino per la coda ci ho messo circa mezz’ora, figuriamoci immobilizzarlo e magari fargli una intraperitoneale, non ce la farò mai, mi fanno troppa impressione, forse la cosa migliore è cercare qualche altra branca di ricerca. Mah, si vedrà, tanto c’è ancora tempo per riflettere.

h1

Lost vs Dexter

gennaio 23, 2009

dexter1Ultimamente, nel mio scarso tempo libero mi sto dando alla visione di nuovi telefilm, ho iniziato da poco a vedere Dexter. Telefilm stupendo, la scelta del protagonista non poteva essere migliore di questa… e poi il suo mestiere è molto interessante, ci farei un pensierino se non fosse per tutti i cadaveri e il sangue che ti devi subire. Insomma un serial-killer redetto, sì, perchè lui trasforma questo suo disturbo in qualcosa di buono, diciamo così, decide di uccidere solo i criminali! Ti tiene incollato al televisore con il fiato sospeso e con il desiderio di vedere una nuova puntata il prima possibile, lo so…sto diventando Dexter-addicted. Ma devo confessare, prima di Dexter nella mia mente c’era solo Lost… Lost è più che un semplice telefilm, Lost affascina, ti stupisce quando meno te lo aspetti, ti da la sensazione di capire, di arrivarci al nocciolo della questione, ma alla fine è talmente intricato che neanche gli autori secondo me ci hanno capito niente. Lost lost_rimane sempre il mio grande amore in fatto di telefilm, non posso farne a meno.. é uscita la quinta serie negli USA e mi sto già procurando i primi episodi, non vedo l’ora di vedere cosa succede. Io direi che meritano entrambi. Vedeteveli e poi ne parliamo.

h1

Il lunedì

gennaio 19, 2009

imagesIl “lunedì” è una brutta giornata. Il lunedì mattina non riesci neanche ad alzarti dal letto, sposti la sveglia ogni 5 minuti e dopo un pò ti rendi conto che non si può più posticipare e ti svegli…ti svegli tutto addormentato e  con un occhio chiuso e l’altro aperto cerchi di prepararti la colazione, facendo almeno attenzione a non dar fuoco a casa. Cominci a svegliarti definitivamente, ti rendi conto che è tardi..bisogna ancora lavarsi, vestirsi…insomma devi correre, se no il treno passa. Riesci  a beccare il treno “rigorosamente” in ritardo di 5 min (come sempre), arrivi alla metro e qui leggi la notizia del rallentamento del servizio, causa sciopero…evvai, allora te la prendi con comodo, tanto la scusa ormai c’è ed è pure plausibile. Ancora non sei salvo, la metro passa puntuale…e tu riesci comunque ad arrivare in lab con almeno mezz’ora di ritardo..ma sai che ti dico?! io odio il lunedì, lo odio, ma amo profondamente il venerdì!!! (quanto manca?)

h1

Cambiamenti

gennaio 9, 2009

uniroma1L’università che ancora oggi frequento, fa schifo! Quando ero alla triennale mi trovavo a seguire le lezioni sempre in fondo all’aula per quanto era piena, con il risultato che mi è calata la vista. Per non parlare poi del fatto che la mia facoltà purtroppo non ha una sede fissa e quindi mi trovavo tra i cambi lezione a correre da un edificio ad un altro, a volte anche per lunghe distanze, per raggiungere una nuova aula. Non era forse più facile restare in una sola aula per quelle 6 ore al giorno e magari far venire i diversi professori lì a farci lezione? NO, era la montagna che andava da Maometto, anzi circa 300 studenti. Ma capitava anche che questo percorso te lo potevi fare con molta calma in quanto gli organizzatori dei corsi pianificavano le cose  in maniera tale da trovarti benissimo con buchi di 4 ore! E ti trovavi sperduto a gironzolare per l’università come un povero pazzo…beh, vita da studente, una meraviglia! Adesso devo dire che le cose sono leggermente migliorate, almeno gli studenti hanno un’unica aula di lezione, e poi ci provano anche a mettere tutte le ore di fila…beati gli studenti del giorno d’oggi, sono più fortunati. Alla specialistica va decisamente meglio, noi a neurobiologia siamo talmente pochi che addirittura il nostro coordinatore si ricorda tutto di ognuno…aiuto! Oggi vado in segreteria e per la prima volta in 5 anni decido di prendere l’ascensore di quel edificio. Mi sembrava di stare in una specie di navetta spaziale, ascensore ultra-moderno, con tanto di vocina registrata incorporata, che ti avvisava quando dovevi scendere, in caso ti fossi addormentato…beh, almeno adesso ho capito dove vanno parte delle tasse pagate..altro che nuovi computer, altro che nuove attrezzature, qua stiamo parlando di ascensori, che vi credete!

h1

Il tempo

gennaio 7, 2009

clessidra2Oggi mi sono resa conto del tempo che passa e allo stesso modo è fermo, immobile. Sono tornata a fare quello che facevo un mese fa, tutto il giorno in laboratorio e poi verso sera di ritorno a casa, gli stessi percorsi, la stessa gente, la pioggia, la sera. Mi piace camminare la sera, mi piace perdermi per le strade, a volte mi piace anche farmi bagnare dalla pioggia, come stasera, in un certo senso la pioggia mi ricorda che sono viva e libera…libera…insomma, manco tanto! Però se lo volessi potrei abbandonare tutto (tutto, tranne una persona)…insomma si tratta di scegliere e io ho scelto di lottare, di farmi strada nella mia vita, di crearmi un futuro. Alla fine mi lamento tanto, ma poi magari inizio a lavorare e mi farà schifo il lavoro, insomma uno non si accontenta mai..uff..uffi uff!

h1

Scoiattolo sì, scoiattolo no

gennaio 3, 2009

tamia_straiatusE un altro anno è finito…In questo 2009 qualcuno si è messo in testa di regalarmi un animaletto, ma non uno qualsiasi, non un gatto, non un cane, nè una tartaruga, niente di tutto questo, diciamo che dopo molte visioni e indecisioni sugli animali più strani e allo stesso tempo più adorabili, la scelta è caduta sullo scoiattolo tamia, un grazioso animale a strisce scure. Ieri ho passato tutto il giorno a farmi una cultura su di loro…e devo dire che non sono ancora convinta per il semplice motivo che questi animali vanno tenuti in gabbia e sì, li puoi anche liberare, ma solo in tua presenza. E allora non lo so, io vorrei vederelo gironzolare per casa e poi dedicargli del tempo, giocare con lui, insomma non ho ancora capito se è l’animale giusto per me. Beh, intanto oggi lo vado a vedere, vediamo se sarà amore a prima vista, e poi ci penserò, tanto se lo prendiamo succederà in primavera o più in là, così almeno riesco a prenderlo un pò cucciolo in modo da darli la possibilità di imprintarsi su di me..speriamo, pare che possa divenatre anche agressivo e mordere in rari casi…aiutoooo!

Ma io alla fine, come tu ben sai voglio un gattino!

Update: siamo andati a vederlo, purtroppo era in letargo: ronfakkiava tutto il tempo, abbiamo capito che non è l’animale adatto. Stiamo ripiegando sul cincillà, ma rimane sempre il fatto che io voglio un gattino!